VIA DEI RAGAZZI N°0

Dal 2015 al 2020 abbiamo gestito il progetto ” VIA DEI RAGAZZI n°0″ che  è stato il nome del Gruppo Educativo Territoriale della città di Sassuolo. Il progetto è rivolto ad adolescenti del territorio  ed è frutto di un’attenta analisi delle esigenze e delle difficoltà del mondo giovanile, attivato in collaborazione con il Comune di Sassuolo.

Accoglie 70 ragazzi di età compresa fra gli 1 1 e i 14 anni, frequentanti le scuole medie di Sassuolo. Dal lunedì al venerdì, dalle 14 alle 17:30, vengono seguiti da un’equipè di educatori nello svolgimento dei compiti e successivamente accompagnati in attività ludico ricreative.

PROGETTO DRANE

Il progetto DRANE si caratterizza come un appartamento di alta autonomia dislocato più vicino al centro, sempre rivolto ad accogliere mamme con bambini seguiti dal Servizio Tutela Minori dell’Unione dei Comuni del Distretto Ceramico e Servizio Territoriale di Sassuolo.

PROGETTO EMILII, casa di accoglienza per mamme con bambini

casa di accoglienza mamme con bambini

casa di accoglienza mamme con bambini

Il Progetto Emilii è una struttura di accoglienza semi protetta, che ospita nuclei familiari composti da donne sole con i rispettivi figli, prive di una rete sociale e familiare, con l’obiettivo di accompagnarle verso una maturità affettivo-relazionale e genitoriale e un’indipendenza economica e lavorativa. Le educatrici della struttura collaborano con i Servizi Sociali di Sassuolo che segnalano ed assegnano i casi bisognosi di accoglienza.
La casa, l’unica a Sassuolo con quelloscopo ed organizzazione, si trova nei locali della parrocchia della Consolata, vicino a quella della Carità. 3 gli appartamenti messi a disposizione, 4 i nuclei ospitati attualmente con 10 bambini in totale. Su ciascun nucleo, al momento dell’ingresso, parte un progetto di massimo due anni, al termine del quale madre e figli/o dovrebbero essere in grado di reinserirsi nella società senza più bisogno di aiuti e assistenza. Le mamme ospitate con i rispettivi bambini sono di ogni nazionalità.

Carta servizi Progetto Emilii

ACCENDI LA SPINA – cena di beneficenza a favore del progetto Emilii

lo scorso venerdì 30 settembre si è svolta una cena a favore del progetto Emilii per acquistare nuovi arredi per le mamme ospitate presso le nostre strutture

ci avete lasciato a bocca aperta! più di 70 persone hanno contribuito alla causa, con tanta generosità e voglia di stare insieme mangiando del buon cibo

ecco qualche foto dell’evento…

PROGETTO EMILII, casa di accoglienza per mamme con bambini

casa di accoglienza mamme con bambini

casa di accoglienza mamme con bambini

Il Progetto Emilii è una struttura di accoglienza semi protetta, che ospita nuclei familiari composti da donne sole con i rispettivi figli, prive di una rete sociale e familiare, con l’obiettivo di accompagnarle verso una maturità affettivo-relazionale e genitoriale e un’indipendenza economica e lavorativa. Le educatrici della struttura collaborano con i Servizi Sociali di Sassuolo che segnalano ed assegnano i casi bisognosi di accoglienza.
La casa, l’unica a Sassuolo con quelloscopo ed organizzazione, si trova nei locali della parrocchia della Consolata, vicino a quella della Carità. 3 gli appartamenti messi a disposizione, 4 i nuclei ospitati attualmente con 10 bambini in totale. Su ciascun nucleo, al momento dell’ingresso, parte un progetto di massimo due anni, al termine del quale madre e figli/o dovrebbero essere in grado di reinserirsi nella società senza più bisogno di aiuti e assistenza. Le mamme ospitate con i rispettivi bambini sono di ogni nazionalità.

Carta servizi Progetto Emilii

Laboratorio “UEIKAP”

 

logo div drittiI diversamente dritti sono una linea di accessori
in PVC realizzati interamente a mano dagli ospiti della Cooperativa Lo spino, persone che, per diversi motivi, hanno bisogno di un aiuto per un determinato periodo della loro vita…
Ogni oggetto è pensato, tagliato e cucito da una persona diversa, o dalla collaborazione di menti diverse appartenenti a persone differenti per storia, nazionalità e umore!
Accade così che ogni accessorio nasce diverso dagli altri, frutto di un attacco d’arte passeggero, sicuramente un po’ storto , ma unico ed inimitabile… come ognuno di noi!
Ed ogni prodotto si trasforma in buoni spesa per donne in difficoltà, spese di manutenzione delle strutture, pannolini, vestiti e medicinali…

Inoltre questo laboratorio fornisce l’occasione  per aiutare anche  ragazzi adolescenti a rischio di drop-out scolastico, ad inserirsi nella realtà sociale lavorativa, attraverso azioni concrete: svegliarsi, recarsi sul luogo di lavoro, creare oggetti. Educare al lavoro non solo e principalmente per trasmettere abilità e competenze, ma soprattutto per far prendere coscienza ai giovani  che “professionalità” è realizzazione della persona che grazie alle proprie capacità e potenzialità, diventa parte attiva della comunità. Prendersi un impegno è essere importanti per gli altri e per la società stessa.